de fr it
Menu

Problemi di sonno

Sonno irrequieto, rigirarsi nel letto, svegliarsi di continuo. Questi sono i sintomi classici che fanno presupporre problemi o disturbi del sonno. Uno svizzero su cinque e una svizzera su quattro soffre di problemi di sonno. Gli interessati spesso non riposano, non raggiungono le otto ore medie di sonno e restano semplicemente svegli. Se questo schema si ripete per diverse settimane, allora si parla di disturbo del sonno. Ma non tutti i disturbi del sonno sono uguali, perché in medicina si fanno delle distinzioni. Le cause sono molteplici. Qui potete leggere cosa causa i problemi di sonno, quali tipi esistono e cosa fare per affrontarli.

Cause: ecco perché si soffre di disturbi del sonno

Le difficoltà a dormire e ad addormentarsi sono di solito causate da carichi a livello psicologico, come lo stress, che può essere dovuto a influssi della sfera privata oppure al troppo lavoro. Ogni giorno, innumerevoli esperienze lasciano il segno sul corpo e sulla mente, per poi venire elaborate di notte. La sera, ciò può scaturire in un vortice di pensieri nella nostra testa che ci impedisce di addormentarci. Oppure, il sonno arriva rapidamente ma è inquieto, superficiale e non riposante. Anche un cambiamento nell’equilibrio ormonale può causare problemi di sonno. In particolare, le donne sono colpite durante la gravidanza o la menopausa. Anche gli stimolanti come l’alcol disturbano il sonno. Se non rientrate in nessuna di queste categorie, sappiate che anche alcuni medicamenti possono disturbare il sonno.

Altre ragioni che portano a problemi di sonno possono essere malattie croniche o disturbi acuti, come ad es. il mal di testa, raffreddori, disturbi digestivi.

I diversi tipi di disturbi del sonno

Alcune delle cause più frequenti dei disturbi del sonno sono:

  • Insonnia cronica: le persone colpite lamentano un sonno agitato e difficoltà ad addormentarsi e a rimanere addormentate. Il risveglio al mattino presto è un sintomo tipico.
  • Apnea notturna: le pause irregolari nella respirazione fanno sì che chi ne soffre, spesso gli uomini, «boccheggi» alla ricerca d’aria. Il russare è percepito come molto più forte e fastidioso. Le persone colpite sono spesso stanche la mattina successiva.
  • Sindrome delle gambe senza riposo: questo comporta contrazioni incontrollate e l’impulso a muovere le gambe. Spesso, si percepisce una sensazione di puntura e dolore. Chi ne soffre rimane spesso sveglio o cammina per alleviare i sintomi.
  • Bruxismo: l’aumento della pressione sui denti può causare tensione muscolare e dolore al collo che, a sua volta, ha un effetto negativo sul sonno.
  • Parasonnie: il termine indica il sonnambulismo notturno, lo svuotamento inconsapevole della vescica, gli incubi e il parlare nel sonno. Spesso, questo problema è accompagnato da contrazioni muscolari.

Cosa fare se avete problemi di sonno?

  • Corretta igiene del letto: arieggiare la camera da letto e fare attenzione a non tenere la stanza troppo calda (temperatura consigliata: 18°).
  • È molto importante andare a letto e alzarsi a orari regolari. Anche dedicare del tempo sufficiente al movimento all’aperto e rispettare orari fissi di lavoro e di riposo favorisce il sonno.
  • Se avete problemi ad addormentarvi dovreste usare il letto solo per dormire ed esercitare altre attività, come mangiare o lavorare, al tavolo o sul divano.
  • Non abbiate paura di dormire e non pensate «oggi non ce la farò di sicuro».
  • Praticate regolarmente sport, ma non prima di coricarvi.
  • Yoga, rituali rilassanti, come ascoltare musica, leggere un libro o fare bagni caldi, migliorano il sonno.
  • La sera, evitate l’alcol, il cibo piccante o troppo grasso e la caffeina.
  • Se avete un turbinio di pensieri in testa, scriveteli in un diario. Questo aiuterà a fermare il caos nella mente.
  • Non restate a letto svegli. Se un quarto d’ora dopo esservi coricati non vi siete addormentati, alzatevi e tornate a letto solo quando sentite la stanchezza.
  • Non usate dispositivi elettronici come smartphone, tablet e computer portatili. La luce brillante inganna il cervello e vi impedisce di sentirvi stanchi.

Se questi consigli non sono sufficienti, potete anche far uso di sonniferi omeopatici. Similasan ha sviluppato vari rimedi per i disturbi del sonno che promuovono un sonno sano.


Similasan Disturbi del sonno

Similasan Calmante

Similasan Hypericum