de fr it
Menu

Euphrasia officinalis: erba degli occhi

L’Euphrasia officinalis, chiamata anche erba degli occhi, è una pianta con un effetto speciale: ha principalmente un effetto lenitivo, antibatterico e antinfiammatorio sugli occhi. Per questo l’erba degli occhi viene usata già a partire dal Medio Evo per il trattamento di disturbi agli occhi.

Descrizione e provenienza dell’Euphrasia

L’Euphrasia cresce su campi erbosi e praterie calcaree in praticamente tutti i Paesi d’Europa, così come in Turchia e Georgia. I fiori di questa piantina delicata sono bianchi, con venature longitudinali decorative viola e, sui petali inferiori, presentano una caratteristica macchia gialla: un incanto per gli occhi. La pianta, alta 5-25 cm, cresce come emiparassita annuale, ovvero con i suoi austori preleva acqua e sostanze nutritive dalle radici vicine. L’Euphrasia sfrutta quindi la forza vitale di altre piante per crescere. Questa pianta curativa fiorisce da giugno a ottobre.

Il termine italiano «erba degli occhi», il nome francese «Casse-lunette» e il nome inglese «Eyebright» rimandano senza possibilità di equivoco al fatto che l’Euphrasia abbia una relazione speciale con gli occhi. Il termine Euphrasia deriva dal nome della ninfa greca «Eufrosine», la quale si credeva potesse liberare lo sguardo. È una gioia per gli occhi e risolleva l’umore di coloro che vorrebbero veder migliorare la propria vista. Poiché è un emiparassita, in termini colloquiali la pianta curativa è anche chiamata ocularia, luminella e oftalmica.

L’efficacia dell’Euphrasia in omeopatia

La pianta curativa contiene fino allo 0,9% di idroidi glicosidi come aucubina, catalpolo ed eufroside. Gli idroidi glicosidi nonché i tannini e flavonidi contenuti hanno un effetto antinfiammatorio. Soprattutto nella pianta fresca, l’aucubina ha un effetto leggermente antibiotico. In caso di congiuntiviti con secrezione purulenta ed escoriante, l’Euphrasia è un rimedio di prima scelta.

L’uso dell’Euphrasia in omeopatia

L’Euphrasia viene impiegata già da secoli in medicina e omeopatia ed era nota già agli antichi come rimedio per gli occhi. Già nel XII secolo, la nota guaritrice Hildegard von Bingen consigliava l’uso dell’Euphrasia.

In omeopatia, l’Euphrasia è uno dei rimedi più importanti in caso di disturbi agli occhi. Tuttavia, viene impiegata anche in caso di raffreddore da fieno e raffreddore comune. In caso di congiuntiviti con secrezione purulenta ed escoriante, l’erba degli occhi è un rimedio di prima scelta. Inoltre, l’Euphrasia può dare sollievo anche in caso di malattie da raffreddamento accompagnate da starnuti con pressione ai seni frontali e tosse.

L’Euphrasia viene impiegata nei prodotti omeopatici soprattutto sotto forma di gocce per gli occhi. Per la produzione della tintura madre omeopatica vengono utilizzati i gambi come pure le foglie e i fiori della pianta: tutto viene triturato e trasformato in una tintura.

Similasan impiega l’Euphrasia elvetica, raccolta a mano dai nostri collaboratori nell’ambito di una raccolta selvatica.

Erba degli occhi:

  • Agisce prevalentemente su occhi e mucose delle vie respiratorie superiori.

 

Indicazioni principali:

  • Congiuntiviti e infiammazioni dei bordi palpebrali
  • Infiammazioni della cornea e delle sacche lacrimali
  • Raffreddore
  • Raffreddore da fieno

Sintomi:

  • Forte lacrimazione
  • Secrezione densa, cremosa, escoriante con fotosensibilità
  • Bruciore e gonfiore dei bordi palpebrali
  • Battito di palpebre visibilmente più frequente
  • Secchezza delle palpebre e del naso
  • Bruciore agli occhi
  • Pizzicore agli occhi
  • Gli occhi sono sempre pieni di lacrime
  • Lacrimazione
  • Raffreddore con gocciolamento con lieve secrezione
  • La notte, durante il sonno, sudore al petto
  • Dolori pungenti lungo la spina dorsale, in particolare al mattino

Modalità:

Peggiora con:
Lettura con problemi agli occhi, tranquillità

Migliora con:
sbattere le palpebre, lacrimazione, la sera, il raffreddore con pressione dei seni frontali migliora con lavaggi Freddi, movimento continuato

Osservazione:

Allium cepa (All-c.) ha una forte secrezione nasale e lieve lacrimazione.

Euphrasia gocce per gli occhi

Se soffrite dei sintomi sopra illustrati, allora le gocce per gli occhi a base di Euphrasia possono venirvi in aiuto. Queste gocce contengono tintura madre di Euphrasia e donano sollievo in caso di svariati disturbi oculari. Le gocce a base di Euphrasia hanno caratteristiche antinfiammatorie, umettanti e antibatteriche. Le gocce vengono instillate normalmente 2-3 volte al giorno nella sacca palpebrale dell’occhio.

Raramente sono state segnalate leggere irritazioni dopo l’istillazione e reazioni di ipersensibilità in relazione all’uso di gocce a base di Euphrasia.


Quali prodotti Similasan contengono Euphrasia?

Fonti:

Buchart K. & Wiegel M. (2016). Die Natur-Apotheke. Das überlieferte und neue Wissen über unsere Heilpflanzen, Red Bull Media House GmbH, Wals bei Salzburg. S. 14

Huber E. (2008). Augentrost (Euphrasia officinalis). DHZ – Deutsche Heilpraktiker Zeitschrift, 5, S. 48

Odermatt, C. & Späni, A. (2022). Homöopathie. Das richtige Arzneimittel rasch gewählt, 4. Aufl., Similasan AG, Zürich. S. 98

Odermatt, C., Hartmann, S., Ernst. B: (2020): Homöopathie. Arzneimittelbilder, 3. Aufl. Similasan AG, Jonen. S. 58 & S. 137

https://www.alpenflora.ch/euphrasia-officinalis/, 25.10.2022