de fr it
Menu

Allergia agli occhi: sintomi e cause

Prudono, lacrimano, bruciano e sono arrossati. Gli occhi sono particolarmente colpiti in caso di allergie. Fattori scatenanti possono essere raffreddore da fieno peli di animali, polvere di casa, determinati alimenti o metalli. Di seguito scoprirete molti fatti interessanti in merito alle reazioni allergiche agli occhi.

Come si verifica una reazione allergica agli occhi?

Il nostro sistema immunitario è responsabile di riconoscere e combattere agenti patogeni e corpi estranei. Non appena il nostro corpo entra in contatto con sostanze che rileva come estranee o pericolose, dà avvio ad un processo di difesa. Queste sostanze possono essere per esempio allergeni. La reazione di difesa del sistema immunitario delle persone allergiche a queste minuscole quantità di allergeni microscopici è errata ed esagerata. Attraverso questo malfunzionamento del sistema immunitario sono prodotti per esempio diversi ormoni tissutali nella pelle e nelle mucose. Queste sostanze chimiche (istamine) a loro volta scatenano un’infiammazione e i sintomi classici del raffreddore da fieno.

L’allergia irrita le mucose e le congiuntive oculari

Gli occhi reagiscono in modo particolarmente forte e ipersensibile alla sostanza estranea. I sintomi dell’allergia oculare sono quasi sempre gli stessi: le mucose e le congiuntive si irritano, i vasi sanguigni si dilatano e del liquido fuoriesce dagli occhi. Questa reazione allergica si manifesta con gonfiore, arrossamento o lacrimazione.

A differenza di ciò che accade con altre infezioni, le persone allergiche non diventano immuni alle sostanze, ovvero gli allergeni. Al contrario: il sistema immunitario si ricorda dell’allergene, lo riconosce subito e reagisce in modo allergico nel giro di pochi minuti. Solo quando il flusso lacrimale ha eliminato l’allergene dagli occhi, i sintomi iniziano lentamente a placarsi.

I sintomi di un’allergia agli occhi

Fondamentalmente le allergie possono scatenare diversi sintomi nel nostro corpo. Alcune potenziali reazioni sono ad esempio tosse, raffreddore, eruzioni cutanee o dispnea. Ma anche gli occhi reagiscono agli allergeni: iniziano a prudere, bruciare o lacrimare, ad es. in caso di contatto con pollini. Spesso, in occasione di una reazione allergica, gli occhi sono anche arrossati e le palpebre gonfie. L’allergia agli occhi può inoltre manifestarsi sotto forma di dolore che brucia o punge oppure come sensazione di corpo estraneo negli occhi. Un ulteriore sintomo dell’allergia agli occhi è la vista offuscata.

Pollini e spore negli occhi: le cause di una reazione allergica agli occhi

A cosa gli occhi, o il corpo, reagiscono in modo allergico dipende da fattori individuali. Tra le cause più frequenti di un’allergia agli occhi ritroviamo:

  • Pollini di fiori, raffreddore da fieno
  • Peli di animali
  • Alimenti
  • Cosmetici come kajal, mascara oppure ombretti
  • Polvere di casa
  • Muffe

Causa di allergia possono essere anche fattori ambientali come inquinamento atmosferico (gas di scarico), sostanze chimiche in casa oppure fattori ereditari. Ci sono circa 150 varianti genetiche che possono favorire l’insorgere di allergie. Se queste varianti si combinano con pollini, sostanze inquinanti ambientali o un sistema immunitario debole, è allora possibile che, in una persona geneticamente predisposta, insorga una reazione allergica.

I sintomi dell’allergia ai pollini

L’allergia ai pollini

Primavera ed estate sono periodi dell’anno stupendi, ma non per tutti: molte persone soffrono infatti di allergie ai pollini, le quali causano fastidiosi occhi agli disturbi come gonfiore, arrossamento, bruciore o prurito. Di seguito potrete scoprire come trattare un’allergia ai pollini.

Il trattamento di una reazione allergica agli occhi

Per poter curare in modo ottimale le reazioni allergiche agli occhi è necessario innanzitutto identificare l’allergene responsabile. Per questo motivo bisogna osservare attentamente quanto segue:

  • Duali sono i disturbi che si manifestano?
  • Quando si manifestano?
    • Dopo mangiato?
  • Dove si manifestano?
    • In spazi al chiuso?
    • All’aperto?

A tal proposito potrebbe essere d’aiuto redigere un diario delle allergie, in cui annotare tutto quello che si nota sulla reazione allergica. Una volta scoperto a cosa si reagisce in modo allergico, bisognerebbe riuscire a evitare – se possibile completamente – questo allergene.

Gocce per gli occhi in caso di allergie e raffreddore da fieno

Se tuttavia non è possibile evitare l’allergene e si indossano lenti a contatto, bisognerà togliere subito le lenti. Inoltre, in questo caso Gocce umettanti per gli occhi oppure lavaggi oculari possono dare sollievo.

In aggiunta, in questo caso , gocce umettanti per gli occhi oppure lavaggi oculari possono dare sollievo. Inoltre, consigliamo Similasan Reazioni allergiche degli occhi. Le gocce per gli occhi possono aiutare in caso di occhi arrossati o che prudono (ad esempio a causa del raffreddore da fieno) e in caso di palpebre e congiuntiva gonfie. Instillare 1-2 gocce per occhio secondo necessità. Uno spray liposomale idrata e rinfresca la zona degli occhi stressata. Questa dovrebbe essere ben pulita la sera (ad esempio con Similasan Eye Wipes Sensitive), di modo che il polline bloccato nelle ciglia non si diffonda sul cuscino e disturbi il sonno. 


Questi prodotti di Similasan aiutano in caso di occhi allergici