Per un sistema immunitario a misura d'inverno

Per molte persone il raffreddore è parte indissolubile della stagione invernale al pari della nebbia o del freddo. In particolare i bambini sembrano destinati ad avere ininterrottamente il naso chiuso dall’autunno alla primavera. Il miglior antidoto: prevenire i raffreddori rafforzando il sistema immunitario. 

Accentuato rischio di contagio per famiglie con bambini

Nell’arco di un anno un bambino può contrarre un raffreddore anche dieci o più volte, specialmente se frequenta il nido o la scuola dell’infanzia. Ma non è grave, tutt’altro. Le infezioni infatti temprano il sistema immunitario potenziando le nostre protezioni naturali. Tuttavia i bambini portano i virus in casa, e le loro malattie possono essere estremamente contagiose per tutta la famiglia. I virus infatti si trasmettono o tramite goccioline diffuse nell’aria, ad esempio tossendo, starnutendo o semplicemente parlando, o tramite contatti con il malato o con oggetti da lui utilizzati. Quando i bambini non stanno bene e vogliono essere abbracciati e consolati, il contatto fisico con i genitori si fa ancora più stretto. Per non parlare delle notti insonni, ad esempio per curare il bimbo malato, delle tensioni sul lavoro e dello stress quotidiano che indeboliscono il sistema immunitario rendendo ancora più vulnerabili i poveri genitori.

 

L’Echinacea innesca il sistema immunitario

Affinché il mal di gola, il raffreddore e la tosse nel periodo freddo dell’anno non diventino una costante, si consiglia di dare una sferzata per tempo al sistema immunitario. Grazie alle sue proprietà immunostimolanti, l’echinacea è tra le piante medicinali più rinomate per la prevenzione dell’influenza e del raffreddore. In omeopatia si utilizza l’echinacea a foglie strette (Echinacea angustifolia) sia pura, sia in combinazione con l’echinacea di color rosa pallido (Echinacea pallida). A tal fine si utilizzano piante fresche, intere e colte in fioritura. L’echinacea stimola il sistema immunitario e potenzia le protezioni naturali.

 

Omeopatia per la prevenzione – anche in viaggio

L’echinacea appartiene alla famiglia botanica delle Asteraceae, chiamate anche Compositae. Questa famiglia botanica, cui appartengono anche altre popolari piante medicinali come l’achillea millefoglie, l’arnica o l’artemisia comune, può provocare reazioni allergiche in soggetti sensibili. Nei preparati omeopatici, l’elevata dinamizzazione elimina il rischio di allergia. Infine, grazie all’alto grado di diluizione i preparati omeopatici di Echinacea hanno un gusto neutro e sono adatti anche ai bambini.